Nel mondo milioni di bambini vengono obbligati a lavorare in condizioni disumane di sfruttamento


Lo sfruttamento minorile coinvolge milioni di bambini e bambine di età al di sotto dei quattordic


Ho deciso di scrivere questo articolo per mettervi al corrente che ancora oggi, nel 2018, avvengo


A volte le donne dimenticano quanto valgono.


Al giorno d’oggi vi sono continue discriminazioni verso chi di diverso da noi ha soltanto il colo

SONO SOLO BAMBINI!

0 Commenti

Nel mondo milioni di bambini vengono obbligati a lavorare in condizioni disumane di sfruttamento che mettono a rischio la loro stessa vita.

Piccoli lavoratori per grandi lavori.

0 Commenti

Lo sfruttamento minorile coinvolge milioni di bambini e bambine di età al di sotto dei quattordici anni. Nei paesi in via di sviluppo, circa il 16% di essi sono coinvolti nel lavoro minorile.

Al mondo siamo TUTTI uguali

0 Commenti

Ho deciso di scrivere questo articolo per mettervi al corrente che ancora oggi, nel 2018, avvengono tutti i giorni episodi di razzismo.

A volte le donne dimenticano quanto valgono.

0 Commenti

A volte le donne dimenticano quanto valgono.

COLORI DIVERSI, DIRITTI UGUALI

0 Commenti

Al giorno d’oggi vi sono continue discriminazioni verso chi di diverso da noi ha soltanto il colore della pelle, forse.

INFANZIA NEGATA - BAMBINI AL LAVORO

1 Commenti

Sono 150 milioni i bambini coinvolti nel lavoro minorile, 1 su 6 lavora

“Tanto gentil e tanto onesta pare la donna mia…”

0 Commenti

In quanto ragazza non posso non pensare all’importanza della donna, come persona, indipendentemente dal suo ruolo nella famiglia, nel mondo lavorativo, nella società, …

CITTADINANZA E DIRITTI UMANI

0 Commenti

Con il termine cittadinanza si definisce, dal punto di vista giuridico, l’appartenenza di una persona fisica a uno Stato, il cui ordinamento gli riconosce e garantisce diritti umani, civili e polit

0 Commenti

Giovedì 13 febbraio alle ore undici, nell'auditorium dell'Istituto Professionale di Alife “M. Bosco” c'era un ospite speciale, Don Maurizio Patriciello.

Tra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento, l’Europa vive un vasto e radicale processo di rinnovamento intellettuale, di trasformazione delle opinioni e delle mentalità.Grazie all’operazione culturale compiuta dai philosophes del “secolo dei lumi", che criticavano la tradizione e l’autorità in nome della pura ragione umana, ed in seguito allo sviluppo scientifico promosso da Antoine-Laurent Lavoisier, Benjamin Franklin, Alessandro Volta, l’attenzione dell’opinione pubblica si sposta sui problemi politici, economici e sociali ed il sapere è condotto verso una visiona scientifica del mondo.In questo periodo, dizionari ed enciclopedie diventano preziosi strumenti di comunicazione e trasmissione del sapere in quanto raccolgono in un unico testo moltissime nozioni.

Pagine

Abbonamento a Il giornalino dell'IIS De Franchis RSS